Spedizioni gratuite da 49,90€

migliori birre ambrate

Le migliori birre ambrate

Per qualcuno la birra è una vera e propria passione, ma anche i grandi estimatori sottovalutano alcune varietà come la birra ambrata.

Bere una birra è diventato quasi un rito per gli amanti della bevanda alcolica, ma a volte restare all’interno della comfort zone potrebbe privare di alcune esperienze sensoriali degne di nota. Per esempio, alle classiche “bionde” come Pilsner e Lager c’è chi preferisce la birra ambrata, vale a dire una birra dal colore particolare nata da un processo di produzione particolare. 

Che caratteristiche ha una birra ambrata? 

Non è difficile riconoscere una birra ambrata a colpo d’occhio: vanta un colore più scuro della birra chiara che va dal rame al bronzo. È un tipo di birra ricavata dall’essiccazione eccessiva di un mix di malti scuri che tende a caramellizzare gli zuccheri dei chicchi di malto e a donare quel tipico colore ambrato. Sostanzialmente l’infusione di questo malto porta al trasferimento del suo colore scuro tipico al liquido che, quindi, assumerà un colore più scuro.

La birra ambrata si interpone a metà strada tra la birra bianca ricavata dal malto d’orzo e dal frumento e la birra scura prodotta con malti scuri e note di liquirizia, caffè e cioccolato. È perfetta per accompagnare antipasti, tartare, secondi di carne o pesce e contorni di verdure come farebbe la birra bianca o per gustare carni alla brace, affettati e formaggi molto stagionati come farebbe la birra scura. 

Chi non conosce la birra ambrata può provare questa bevanda dal gusto fresco ma molto corposa, con aromi di frutta facilmente percettibili al naso e con un deciso retrogusto amaro dato dalla forte luppolatura utilizzata. Quali sono le birre ambrate più famose? Tra le più apprezzate spiccano le IPA, le Amber Lager, le birre Marzen e le Strong Ale. 

La birra ambrata di marche diverse conserva caratteristiche uniche che vale la pena sperimentare, dal tipo di fermentazione alla diversa gradazione fino al retrogusto.